I migliori alimenti dopo l’intervento chirurgico

Panoramica

Una buona nutrizione che fornisce abbastanza calorie e nutrienti è essenziale dopo l’intervento chirurgico perché il corpo ha aumentato le necessità di sostenere il recupero. L’ospedale di Mammoth in California dice che la maggior parte delle persone non necessitano di supplementi dopo l’intervento chirurgico se possono tollerare cibi normali e mangiare una dieta equilibrata. I migliori alimenti da mangiare sono ricchi di vitamine e minerali che riducono il rischio di infezioni, accelerano la guarigione, aumentano la resistenza e l’energia e aiutano a mantenere i pesi ei prodotti di nutrienti. L’ospedale per la chirurgia speciale consiglia di seguire una dieta sana basata sulle linee MyPyramid per soddisfare le esigenze quotidiane di nutrienti.

Proteina

Gli aminoacidi provenienti dalle proteine ​​sono direttamente coinvolti nella guarigione della ferita e nella rigenerazione dei tessuti. Le migliori proteine ​​sono dalle sorgenti magre come il pollame, i pesci, i frutti di mare, le uova, i prodotti lattiero-caseari, le carni magre, i prodotti di soia, i fagioli, le lenticchie e le noci.

Carboidrato

I carboidrati sono la principale fonte di energia del cervello e impediscono la rottura del muscolo. I carboidrati ad alto contenuto di fibre come grani interi, frutta, verdura, fagioli e legumi sono vantaggiosi perché secondo il canale dietetico possono contribuire a prevenire la stitichezza, un effetto collaterale comune associato ai farmaci dolorosi.

Grasso

Il grasso alimentare fornisce energia e coinvolge nella risposta immunitaria e nell’assorbimento di vitamine liposolubili. MyPyramid raccomanda grassi sani di cuore da olio d’oliva, oli vegetali, avocado, noci e semi.

Vitamine

Secondo l’ospedale di Mammoth, la vitamina A e la vitamina C sono particolarmente importanti dopo l’intervento chirurgico a causa delle loro proprietà curative. La vitamina A viene da verdure arancioni e scure come carote, patate dolci, cavolo, spinaci e broccoli, latte, formaggio, fegato, uova, pompelmo, cantalupo, mango e papaia. Gli alimenti ricchi di vitamina C includono agrumi, peperoni dolci, bacche, patate, pomodori e meloni. L’ospedale per la chirurgia speciale riconosce anche l’importanza delle vitamine D, E e K. La vitamina D favorisce la guarigione ossea e si trova nel latte, fortificato Cereali, pesci e uova. La vitamina E protegge il corpo dai radicali liberi e proviene da oli vegetali, noci, fegato di manzo, latte e uova. La vitamina K è essenziale per la coagulazione del sangue ed è presente in verdure a foglia verde, pesce, fegato e oli vegetali.

L’Ospedale Mammut evidenzia zinco e ferro per la guarigione delle ferite e l’energia dopo l’intervento chirurgico. Gli alimenti ricchi di ferro includono tutti i tipi di carne e pollame, fagioli, albicocche, uova, pane integrale e cereali fortificati. Lo zinco viene da carne, frutti di mare, pollame di carne scura, latticini e fagioli.

La American Cancer Society consiglia otto bicchieri d’acqua ogni giorno dopo l’intervento chirurgico oltre a pasti e spuntini regolari. Secondo l’Ospedale per la Chirurgia Speciale l’idratazione adeguata è essenziale per la guarigione e anche più fluido può essere necessario a seconda del tipo di medicinale che un individuo è prescritto e della portata della malattia o del danno.

minerali

acqua