Tipi di fusione lombare

Panoramica

Il dolore alla schiena è la seconda condizione neurologica più comune dopo le emicranie negli Stati Uniti, secondo l’Istituto Nazionale di Disturbi e Disturbi Neurologici (NINDS). Il dolore alla schiena inferiore può essere causato da spasmi muscolari o lesioni, o potrebbe essere dovuto a danni al nervo o lesioni ossee. Può provocare diverse condizioni croniche, tra cui la malattia degenerativa del disco, in cui il materiale spugnoso tra le vertebre (dischi) perde il suo fluido e la spondilolisi, che è l’infiammazione delle articolazioni spinali che possono richiedere interventi chirurgici per alleviare il dolore. La fusione lombare è una procedura chirurgica in cui due o più vertebre si uniscono per limitare il movimento e il dolore rafforzando la colonna vertebrale.

Interbody Fusion

Una tecnica di fusione inter-corpo rimuove il disco tra le vertebre che saranno fuse insieme. I dischi vengono quindi sostituiti con un distanziale osseo in metallo o in plastica. Esistono tre tipi principali di tecniche di fusione inter-corpo: la tecnica di fusione posteriore lombare interbody fusion (PLIF) viene eseguita attraverso un’incisione sul retro (quindi la posizione posteriore) e di solito viene effettuata quando una singola fusione di due vertebre o È necessaria una doppia fusione, che coinvolge tre vertebre. Durante un PLIF, i nervi vengono spostati a parte, consentendo al chirurgo di eseguire un innesto osseo o unirsi, sia sul lato destro che sul sinistro dello spazio inter-corpo. Una fusione transforamminale interbody lombare (TLIF) viene eseguita anche attraverso Una incisione sul retro. Tuttavia, durante questa procedura, i nervi non vengono spostati e l’innesto osseo viene eseguito nella sezione intermedia dello spazio inter-corpo. Una tecnica di fusione antitubo lombare anteriore (ALIF) entra nel corpo attraverso un’incisione fatta nell’addome. Questo tipo di fusione inter-corpo viene spesso eseguito quando sono coinvolti diversi dischi che devono essere fusi insieme. Anche se il posizionamento anteriore richiede l’intestino e i vasi sanguigni importanti, tra cui l’aorta e la vena cava, da spostare da parte, i nervi spinali non devono essere spostati. Ciò riduce il rischio di danni neurologici secondo il Centro di Chirurgia Spinale dell’Università del Sud della California.

Fusione posterolaterale

Una fusione lombare posterolaterale è simile al PLIF in quanto l’incisione è fatta nella parte posteriore. Tuttavia, le due tecniche si differenziano perché nella fusione posterolaterale lo spazio del disco non viene rimosso. Invece, le vertebre sono fuse insieme al processo trasversale, che è una protrusione che si estende da ogni lato delle vertebre.

Fusione congiunta di Facet

Un’operazione di fusione lombare meno frequente è la fusione congiunta del facet. Questo è dove due vertebre sono collegate insieme. Ogni vertebra ha due (uno per ogni lato) processi superiori situati in cima alla vertebra e due processi inferiori situati sul fondo. Il giunto del facet è dove i processi superiori di una vertebra si collegano con i processi inferiori della vertebra sopra di essa. Questi giunti di facce rendono l’intera spina dorsale un’unità lunga e stabile. Quando i giunti sono fusi insieme, la flessibilità del movimento può essere inibita, ma il dolore può essere ridotto.