La verità sulle allergie al glutine

Malattia celiaca e sensibilità al glutine

La gravità della malattia celiaca non può essere misurata su uno spettro – ne hai o no. La condizione è definita come un disturbo autoimmune in cui il glutine distrugge la fodera dell’intestino tenue, rendendolo incapace di assorbire le sostanze nutritive e rendere i pazienti più inclini all’anemia, alla sterilità e alla malattia ossea – che potrebbe contribuire a spiegare le fratture collegiali di Begley. Ma il disordine di glutine più comunemente discusso – così come quello meno ben compreso dalla comunità medica moderna – è in realtà la sensibilità al glutine.

Caduta di glutine per tagliare libbre

La sensibilità al glutine provoca gli stessi sintomi della malattia celiaca, tuttavia non esiste alcuna procedura formale per la diagnosi. Questo perchè a differenza di Celiaco, coloro che soffrono di sensibilità al glutine non subiscono danni interni che possono essere riconducibili medicamente al glutine. Mentre i medici possono tipicamente diagnosticare la celiachia con un esame del sangue o una biopsia intestinale, non esiste un tale test per la sensibilità al glutine.

Il Takeaway

“Accetto che un paziente può avere sintomi di glutine senza avere celiachia, ma non posso dare una diagnosi scientifica”, afferma Colin Howden, un gastroenterologo presso l’ospedale Northwestern Memorial di Chicago.

Glenn Osten Anderson può relazionarsi. A mezz’ora, scoppiò la sua pelle, soffriva di gravi indigestioni e cominciò a perdere peso. La sua famiglia aveva una storia di problemi di stomaco, quindi non era del tutto sorpreso. Molti suggeriscono che per curare la condizione, egli si attacca a una dieta di alimenti lievi.

“Tutti mi hanno detto di mangiare il pane tostato, come se fosse una sorta di penicillina”, dice Anderson. “Ha solo peggiorato le cose”.

Entro il 2007, dopo quattro anni di Anderson che soffrono di stomaco e di altre malattie, un medico ha suggerito di avere la sensibilità al glutine e ha consigliato di provare senza glutine. Anderson notò un miglioramento immediato.

Le persone con sensibilità al glutine sopportano sintomi simili a quelli affetti da celiachia: stomaco, vomito, diarrea cronica – ma la gravità di questi sintomi può variare da persona a persona. E, a differenza della malattia celiaca, non si verificano danni reali nell’intestino tenue.

Infine, se ciò non fosse abbastanza confuso, c’era ancora un’altra condizione che mascherò come suoi cugini legati al glutine: le allergie di grano. Per coloro che soffrono di allergie di grano, il corpo potrebbe avere una reazione a qualsiasi parte del grano, non solo la proteina del glutine.

Mentre la prevalenza della malattia celiaca e della sensibilità al glutine ha più persone che mangiano senza glutine per funzionare semplicemente su base giornaliera, altri hanno abbandonato il grano dalla loro dieta con un obiettivo completamente diverso in mente: perdita di peso.

Alcuni guru e annunci pubblicitari di alimenti sfruttano i vantaggi di una dieta senza glutine per coloro che cercano di abbassare i chili in più. Howden, tuttavia, afferma che tutti i benefici sono probabilmente più correlazioni rispetto alla causalità medica. Il glutine non è intrinsecamente brutto, dice Howden. Succede solo di essere presente in cibi calorici come pizza, biscotti e biscotti di hamburger.

“Il glutine è quasi diventato una parola sporca”, dice Howden. “Alcuni pazienti che affermano la sensibilità al glutine possono aver appena mangiato una dieta povera. Vanno senza glutine, mangiano più pesce e prodotti freschi, e non sorprendentemente, si sentono meglio “.

Begley concorda che per lei, Celiac ha aperto la porta a uno stile di vita più sano. Dalla sua diagnosi, è focalizzata sul fatto di fare la maggior parte della sua dieta da opzioni non elaborate come frutta e verdura. “Quinoa e patate dolci sono il mio più grande go-to”, dice. “Potrei mangiare patatine fritte tutto il giorno”.

Anderson, d’altra parte, si aggrappa a coloro che volontariamente si astengono dal glutine.

“Chiunque sceglie di vivere questo stile di vita dalla tendenza è un idiota”, dice. “Mi piace il grano, la pasta e la pizza tanto quanto il prossimo ragazzo – non posso solo mangiare”.

Qualunque sia la motivazione, è diventato molto più facile mantenere uno stile di vita senza glutine. Le opzioni alimentari di Sans-Gluten sono in apparenza ovunque e le vendite di cibi privi di glutine saranno superati di oltre 5 miliardi di dollari entro il 2015. La maggior parte dei negozi di generi alimentari trasporta prodotti senza glutine nella sezione alimenti naturali, con una selezione che va dalla pasta alla ciambelle.

I ristoranti sono anche diventati più accomodanti, con punti vendita come Metropolitana e The Melting Pot che esamina opzioni senza glutine. P.F. Chang anche richiede che i loro cuochi donano guanti freschi e usino woks appositamente etichettati prima di cucinare un piatto senza glutine. Ma nonostante questi progressi, Begley evita sempre il menu senza glutine alla maggior parte dei ristoranti. Lei osserva che nella sua esperienza tale procedura rigorosa è una eccezione più che regola.

“Le cose stanno diventando così più facili”, dice Begley, “ma ancora preoccupo per la contaminazione incrociata”.

Se hai dei sintomi che riteni sia causato dal glutine, Howden consiglia di vedere un gastroenterologo prima di andare senza glutine. Questo perché è più difficile testare la malattia celiaca una volta che il glutine è stato espulso dal sistema. A quel punto non è chiaro se il paziente sia in remissione o che non ha mai avuto la malattia.

La tua scommessa migliore? Sii candidato con il medico e prenda le prove necessarie.

Per ulteriori informazioni sulla malattia celiaca, consultare il libro “La vita reale con malattie celiache: la risoluzione dei problemi e il glutine privo di glutine”, pubblicato dall’American Gastroenterological Association Press.